Casina dei Capitani.net    

 



NAVI IN OSTAGGIO

Pag 1
Pag 2
Pag 3
Pag 4
Pag 5
Pag 6
Pag 7
Foscolo
Pietro Orseolo
Cortellazzo
Fujiama
 
 
  Chi siamo

  Archivio

  Documenti

  News

  Link

  Contact

  More info

  Presentazione Archivio

  Archivio Storico Casina

  Addio Michele Attardi

  MetaPorteAperte

  In Memoria

  Marina D' Aequa 25 anni dopo

  Il blog Casina dei Capitani

  Marina D' Aequa




 

 anno 2001
 anno 2002
 anno 2003
 anno 2004

 

 


Estratto del Verbale della seduta del 27 Dicembre 1940

(Ministero delle Comunicazioni)

Programma di massima da trasmettere agli Addetti Navali all’estero.

………omissis……….

3° - Dare subito disposizioni perché tutti i piroscafi che dovranno rimanere in acque nazionali con noi poco simpatizzanti approntino sin da ora, in massima segretezza, multipli sistemi di sabotaggio delle loro parti vitali, allo scopo di assicurare una lunga immobilizzazione delle navi e ciò in previsione di molto probabile  requisizione forzosa.

 

   4° - Disporre che le navi destinate a prendere il mare, in previsione di poter essere sopraffatte dal nemico durante la navigazione, preparino in precedenza multipli adattamenti che assicurino in caso di bisogno l’immancabile rapido affondamento della nave. “

 

Enormi le conseguenze per molti di loro che in taluni casi (negli Usa ancora non in guerra con noi) arrestati ed imprigionati come comuni criminali, applicando le norme  previste nello Espionage Act del 1917 . Furono così imprigionati e condannati circa 300 marittimi italiani tutti giudicati colpevoli poiché avevano danneggiato l’apparato motore e gli strumenti di navigazione. Solo più tardi (grazie all’intervento del Vaticano) raggiungensero gli altri,  già raggruppati nei campi di concentramento di Fort Missoula nel Montana e di Petersburg in Virginia. ed internati.

 

In base alle disposizioni descritte in precedenza, ebbero origine le Violazioni di Blocco che iniziarono con quelle navi bloccate alle Isole Canarie e poi via via le altre in Sud America e quindi in Estremo Oriente

 

 

 

 

Complessivamente, si ebbero:

 

 

MOTIVO

Perc.

 

Navi autoaffondate

 

38

 

 

17,58

 

Violatrici di Blocco

 

20

 

 

9,35

Autoaffondate o catturate

nel tentativo di violare il blocco

 

16

 

7,48

Usate in guerra dagli angloamericani ed affondate

 

47

 

21,96

Affondate durante lo sbarco in Normandia

 

5 (*)

 

2,34

 

 

 

 

 

(*) Piroscafo OLAMBALA ex ANTONIETTA

     Piroscafo AUDACIOUS ex BELVEDERE

     Piroscafo EMPIRE DEFIANCE ex ELIOS

     Piroscafo BAIALOIDE ex LIANA

     Piroscafo EMPIRE TAMAR ex VERBANIA

 

 

 

 

 

 

Tratteremo in particolare delle seguenti navi che, a mio modesto modo di vedere, ben  rappresentano questa storia dimenticata della nostra marina mercantile:

 

 





 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   

Casina dei Capitani - Via Municipio 11 - Tel/Fax 081 532 18 34 -