META PORTE APERTE

…. E LA CASINA

 

 

 

 

 

Aderendo all’iniziativa META PORTE APERTE, la Casina oltre a rendere disponibile la propria sede, ha ritenuto di esternare quanto di più significativo è custodito nel proprio archivio storico e biblioteca. Pertanto sono stati creati 18 punti numerati, da osservare, e del tenore seguente:

 

 

 

Sito 1 – Modello di Veliero di oltre due metri, la cui storia è indicata nella tabella sottostante:

 

 

MODELLO DI GOLETTA A GABBIOLA - (TOP-SAIL SCHOONER)

 

Il  modello rappresenta un’imbarcazione della seconda metà dell’800, di probabile costruzione portoghese (su disegni nord americani) e dedita alla pesca sui Banchi di Terranova. Il suo stile infatti è sicuramente non mediterraneo. Attualmente ha conservato

 lo scafo, l’alberatura, la polena, i pennoni ed altri dettagli d’epoca che, al momento, sono rimasti così come rinvenuti all’ atto dell’acquisto nel 1985 circa, dal socio e consigliere Bruno Balsamo.

All’interno della stiva fu trovato, nascosto in un picco lo bossolo, una breve storia

sulla provenienza del modello che, fa risalire appunto, al 1880, la realizzazione   “da

esperto maestro d’ascia”. Alcuni particolari delle manovre sono stati realizzati intorno al 1966 e preghiamo pertanto gli osservatori competenti di voler accettare alcune inevi-

tabili lacune e/o errori quali, per esempio, la mancanza di ombrinali ed un apparecchio

 del timone. Ce ne scusiamo, ma si è preferito di presentare il modello così com’è,

 per preservarne l’origine.

Le dimensioni presenti dell’imbarcazione al vero, risulterebbero: Lunghezza fuori Bompresso metri 38,0 -  Lunghezza tra le perpendicolari metri 25,0 - Larghezza metri 8,20 – Altezza al puntale metri 3,50 – Immersione a pieno carico metri 2,65  - Dislocamento corrispondente Tonn. 330 Stazza Lorda Tonn. 170 –

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sito 2 e 3

 

 

 

 

Attualità Uragani con dettagli dell’Uragano

Katrina e Le nostre Pubblicazioni

 

 

 

 

 

   Sito 4

Quello che scrivono gli altri  -

Archivio Storico (Inizi)

 

           

 

 

 

 

 

 

 

 

  Sito 5

 

 

 

 

Quadri e Diplomi poi Bacheca col

Modello del  Caterina C.                         

 

 

 

 Sito 6

 

 

 

Riproduzione di quadri di De Martino – Foto

Foto Marconi – Quadro Bruno Balsamo

 

 Sito 6

 

 

Riproduzione di quadri di De Martino – Foto

Foto Marconi – Quadro Bruno Balsamo

 

 

 

   Sito 7

 

 

Parete Scalinata con oltre 30 Crest,

donati alla Casina dai Soci e dalle

Associazioni di Categorie e Navi

 

 

 

 

 

 

 

  Sito 8

  Sito 9

  Sito 10

 

                 Navi Ieri.

 

A destra: Nave ELISA  - 1887

In basso: T/n CONTE ROSSO - 1920

 

 

 

 

 

 

 

   Sito 11

 

Cinque modellini di navi

 

REGAL PRINCESS –  e

 – CONSTITUTION (a lato)

 

ENTERPRICE (Fregata Usa - 1790)

GIOIA  (La Nave di Amundsen)

 

 

SALVATORE - Rimorchiatore di Salva

taggio - 1988

 

 

Soc.Armatrice AUGUSTA OFF SHORE

Stazza Lorda Tonn.940,00 – Rimorchia

tore tipo A/H/T  Anchor Handling Tug

Potenza 9.000 BHP – Velocità 15,45 nodi

Potenza al gancio (Bollard Pull) Tonn.

114,80

 

 

 

 

USS “ CONSTITUTION” – 1797 –

Fregata da 52 cannoni – Equipaggio 400

Uomini – Radaiata nel 1897 – Dal 1935

“monumento galleggiante” a Boston.

 

 

 

 

 

 

 

 

  Sito 12

                   

                     Navi Oggi

 

Nella foto a destra la Portacontainer

MSC PAMELA – 2005 –

Sl. 107.849 – Loa

336,60 metriLargh. 43,60 m.

9.178 TEU – Potenza 93.120

Velocità 25,5 nodi.- Attualmente

la più grande Portacontainer al

mondo

 

T/nave CARNIVAL LIBERTY - 2005

Stazza Lorda Tonn. 110.200 –

Passeggeri 3.170 – Equipaggio 1.170

Potenza 40.000 Kw

Velocità 22 nodi.

La più grande nave da crociera al

mondo e costruita nel Cantiere di

Monfalcone

 

 

 

 

M/traghetto SHARDEN – 2005

Soc. TIRRENIA – Tonn. 40.050

3.000 Passeggeri –Equip.77 –

Potenza: 51.350 Kw – Velocità 30

Nodi – 1.100 auto –

. Ultima Ammiraglia Soc.Tirrenia

 

 

 

 

 

 

Sito N°13

               

                   Archivio Storico

 

Nella foto la riproduzione del Registro

delle Dichiarazioni di Partenza dei Soci

che inizia dal 1890 e contiene oltre 160

documenti singoli.

La “Dichiarazione” veniva resa in

base all’art, 12 dell’allora Statuto che,

oltre ad indicare il nome della Nave ed il

grado, ha consentito di ricostruire i mo

vimenti di imbarco su oltre 90 navi di

verse dell’epoca, costituendo uno “ spac

cato storico” di quel tempo, assolutamente

unico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

  Sito N°14

 

    LA NOSTRA BIBLIOTECA

 

      

 

 

 

   

 

 

 

Sito n°15

 

         Vetrinetta con vari cimeli

 

Sito 16

Dipinto a Parete del pittore Miele che

raffigura il passaggio tra la marina

velica e quella a vapore

 

 

 

 

Sito 17

 

 

 

Prima Bandiera dell’Associazione

 

 

 

 

 SITO 18

 

 

 

 

 

 

 

     

      EDUARDO DE MARTINO

 

                

1872 – “Arrivo a Rio de Janeiro

della Fregata CONSTITUICAO

con l’Imperatrice Teresa Cristina”

           =================

Museo Istorico National di

             Rio de Janeiro.

 


 

EDUARDO DE MARTINO  (Mini-Biografia)

 

Eduardo Federico DE MARTINO nasce a META il 29 Marzo 1828 da Salvatore, Primo Piloto della Real Marina delle Due Sicilie e da Elisabetta Savarese. Il 7 Maggio 1849, a soli undici anni, fu avviato all’Accademia Navale di Napoli. Dopo l’unità d’Italia, nel 1863 fu trasferito alla Regia Marina Italiana col grado di Piloto di Terza Classe e nel 1864 fu promosso Sotto Tenente di Vascello. Nel 1868 si congedò dal servizio effettivo, stabilendosi a Montevideo. Si dedicò un pieno alla pittura di marina, divenendo, in breve, uno dei più grandi pittori specializzati in materia. Nel corso della sua carriera di artista, ha eseguito oltre 2.000 quadri, sparsi in tutto il mondo. Celebri, tra questi, ben sette raffiguranti altrettante fasi della Battaglia di Trafalgar, che appartengono alla collezione privata di S.M. la Regina d’Inghilterra e custoditi a Buckingam Palace.

Nel 1876 sposò a Rio de Janeiro, Isabella Coelho Comes da cui ebbe, in seguito, tre figli: Violetta, Maria Elisabetta e Romeo, approdando così in Inghilterra e qui, nel 1894, fu nominato “Pittore di Marina di Ruolo” da S.M. la Regina Vittoria e, riconfermato nello stesso ruolo nel 1910, da S.M. il Re Giorgio .

Tra le diverse onorificenze ricevute, spiccano:

 

Cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia nel 1892

Commander of Victorian Order (Regno Unito) nel 1902

 

Morì a Londra il 21 Maggio 1912 ove, è ancora sepolto, assieme alla moglie e al figlio Romeo, nel cimitero cattolico St.Mary Cemetery in Harrow Road.

 

 

********************************************************

 

L’ESPOSIZIONE IN CIFRE

 

- 10 PANNELLI

- 27 RIPRODUZIONI FOTOGRAFICHE DI DOCUMENTI

- 52 FOTO DI NAVI

- 10 PIANI TECNICI DI NAVI

- 7 MODELLI DI NAVI DI CUI, UNO, DA OLTRE DUE METRI DI

    LUNGHEZZA

- 7 FOTO DI QUADRI DI DE MARTINO

- 1 QUADRO DI BRUNO BALSAMO

- 2 BANDIERE

- 5 DOCUMENTI ANTICHI ORIGINALI

- 1 STAMPA D’EPOCA (SATURNIA – VULCANIA)

- 1 TARGA ORIGINALE DI SAN FRANCESCO DI PAOLA

- I MEDAGLIA LYONS SORRENTO

              ********************************************************